Franco Ciarleglio

Franco Ciarleglio rappresenta in Firenze un’anima illustre, una di quelle persone che riescono a portarti indietro nel tempo attraverso la parola o la penna. Non è una dote comune, non occorre solo la conoscenza dei fatti, ma anche quella passione profonda che rende facile, a coloro che la posseggono, trasferire le proprie conoscenze. Un maestro della storia fiorentina, di quella storia che lui definisce “minore” ma che nella realtà è la storia comune della vita vissuta fra le piazze e le vie, fra i palazzi e i chiassi. La vera vita fiorentina.

La nostra rivista fiorentina, FlorenceCity.it, si onora di averlo come collaboratore ed ogni suo pezzo ci arricchisce di conoscenza ma soprattutto di passione.

Il prossimo 17 febbraio alle 21.15, presso il circolo Boncinelli in via di Ripoli 209 (cliccare per la mappa), grazie anche all’AUSER che ha organizzato e promosso la serata, avremo la possibilità di ascoltare Franco parlare degli ADAGI. Espressioni di uso comune, sentite ed usate 1000 volte, ma di cui spesso non conosciamo la genesi. In questo incontro potranno essere svelati gli arcani storici di espressioni come “Piove governo ladro” oppure ” Calzare a pennello” e di tante altre.

I suoi studi sugli adagi si estrinsecano nei tre libri che ha scritto sull’argomento, Adagi ma non troppo del 2014, Adagi con brio del 2015 e Adagi allegri andanti del 2016.

Un esempio degli scritti di Franco potete trovarli sulle pagine di FlorenceCity.it a questo LINK

Nell’occasione interverrà anche Luciano Artusi, un altro maestro della storia fiorentina, dando il via ad un dibattito con il pubblico dove le curiosità potranno essere soddisfatte.

Un’occasione da non perdere per coloro che amano Firenze e fiorentinità.

Gli Adagi, una serata con Franco Ciarleglio
Condividi se ti è piaciuto.
Tag:                     

2 pensieri su “Gli Adagi, una serata con Franco Ciarleglio

  • 19 febbraio 2017 alle 1:10
    Permalink

    Peccato aver ricevuto la notizia solo oggi alle 18! Sarebbe piaciuto partecipare a me e a tante altre persone che conosco!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *