Leonardo da Vinci.

Molti fra i più celebri pittori, scultori, orafi e architetti del Medioevo e del Rinascimento, sono comunemente conosciuti con dei “soprannomi” e non con il loro vero nome di famiglia. Le ragioni di questa strana e bizzarra usanza sono molteplici e diverse fra loro e spesso trovano origine in quell’irrefrenabile spirito burlone che caratterizza il popolo toscano.
Questa consuetudine è poco conosciuta dalla maggior parte degli appassionati di arte e a tal proposito elenchiamo qui di seguito i soprannomi di alcuni famosi artisti:

  • Bronzino: Agnolo di Cosimo di Mariano, pittore fiorentino (1503-1572), deve il suo soprannome quasi certamente al colore rossiccio della barba e dei capelli “color del bronzo”.
  • Leonardo da Vinci: Leonardo di ser Piero di ser Antonio da Vinci, ingegnere, pittore e scienziato (1452-1519), deve l’appellativo al suo luogo di nascita. Pertanto “da Vinci” non si deve intendere come un cognome ma solo come la semplice indicazione della sua città di origine.
  • Luca Signorelli: Luca d’Egidio di Ventura, pittore di Cortona (1445-1523), aveva sempre un comportamento e un aspetto estremamente elegante e di solito si vestiva più come un nobile “signore” che come un semplice pittore. Da ciò l’origine del soprannome.
  • Pinturicchio: Bernardino di Betto Betti, pittore di Perugia (1452-1513), era di corporatura piuttosto minuta e fu lui stesso a coniare quell’appellativo per firmare le sue opere definendosi “il piccolo pittore”.
  • Andrea del Castagno: Andrea di Bartolo di Bargilla, pittore (1421-1457), è nato a Castagno, nelle terre di San Godenzo, e da questa località ha preso il nome.
  • Andrea del Verrocchio: Andrea di Michele di Francesco di Cione, pittore, scultore e orafo fiorentino (1435-1488), iniziò a lavorare ancora giovane nella bottega di Giuliano Verrocchi dal quale sembra aver preso in seguito l’appellativo.
  • Bramante: Donato di Angelo di Pascuccio, architetto e pittore marchigiano (1444-1514), pare abbia preso il cognome dal nonno paterno Pascuccio Bramante.

(da “BURLE TOSCANE” di Franco Ciarleglio, Sarnus Editore)

Franco Ciarleglio
I Soprannomi degli Artisti: seconda parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.