La rivista fiorentina FlorenceCity.it di solito pubblica un articolo al giorno e il Sabato pubblica una foto di Firenze nella rubrica “Lo scatto fiorentino“. Oggi un’eccezione, pubblichiamo un articolo oltre la foto, data la notizia in essere.

Sono basito mentre lo scrivo, ma i fatti son fatti ed è inutile girarci attorno. Ieri Venerdì 31 Marzo 2017 il Consiglio Comunale di Firenze ha emesso una delibera passata a maggioranza con cui ha aderito ad uno scambio culturale con la Danimarca, e fin qui niente di male, anzi, le interazioni fra i popoli suggellano la crescita culturale e sociale di entrambi. Il problema nasce dal fatto che per suggellare il gemellaggio con i biondi nordici della città di Copenaghen viene deliberato uno scambio su base artistico/culturale consistente in uno reciproco regalo di opere d’arte. Lo scambio sarà fra il David (si copia, ma anche simbolo) posto al Piazzale Michelangelo e la statua della Sirenetta situata all’ingresso del porto di Copenaghen opera dallo scultore Edvard Eriksen. In pratica al posto della Sirenetta verrà posizionato il nostro David e al posto del David al Piazzale sarà esposta la Sirenetta.

L’occasione di questo gemellaggio è data proprio dalla presenza a Firenze del G7 della cultura che come sappiamo è iniziato presso la Sala Bianca di Palazzo Pitti, dove è stata firmata la delibera comunale in oggetto, e termina oggi persso il salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio.

Questa è la delibera: vi allego il file PdF che potete scaricare e consultare ponendo particolare attenzione all’ultimo capoverso alla conclusione del documento ufficiale. Gemellaggio-Copenaghen_1 e Gemellaggio-Copenaghen_2

Tutto questo ha dell’incredibile soprattutto per il fatto che nessun organo di stampa riporta la notizia, forse su richiesta dell’intero Consiglio  Comunale fiorentino, il quale cerca tempo per organizzarsi dato che dovrà far digerire questa idea a Firenze tutta, ma non solo.

Lascio immaginare, come minimo rabbrividendo, l’immagine del Piazzale Michelangelo dove ad osservare Firenze invece del David di Michelangelo avremo la Sirenetta di Eriksen che svetterà dal basso del suo 1,25 e sostituendo un lillo di storica memoria con due tette al vento.

Non resta che sperare che Firenze non cominci a puzzar di pesce.

Jacopo Cioni

 

Orrore: delibera del Consiglio Comunale di Firenze.
Tag:                             

9 pensieri su “Orrore: delibera del Consiglio Comunale di Firenze.

  • 10 aprile 2017 alle 10:56
    Permalink

    La storia puzza certo di pesce……..d’aprile. Le date 31/03 e 02/04 dovrebbero mettere in campana. Comunque, va bene, vorrà dire che insieme al David spediremo a Copenaghen pure Nardella e compagnia (brutta)……

    Rispondi
  • 8 aprile 2017 alle 15:51
    Permalink

    Ciao, ci sono cascata in pieno! Bravo è stato un bel pesce d’aprile! Meno male che non sono l’unica!
    In effetti si è persa questa usanza che invece è carina! Complimenti!

    Rispondi
  • 7 aprile 2017 alle 23:53
    Permalink

    Ho letto 31 marzo 2017. Devo però dire che non ho trovato su nessun quotidiano questa notizia, ma soltanto su Florence City. Hanno intenzione di fare le cose di nascosto?
    Spero solo che se darannno il David del piazzale, ne rifondino poi un altro da mettere nella stessa posizione, mentre la Sirenetta possa far bella mostra di sè in qualche piazza di Firenze.

    Rispondi
    • 8 aprile 2017 alle 2:47
      Permalink

      eejeheheheh non la data della presunta delibera comunale, ma di pubblicazione dell’articolo!

      Rispondi
  • 7 aprile 2017 alle 1:33
    Permalink

    Mah! Rimango molto perplessa. E’ vero che la Sirenetta è il simbolo di Copenhagen come il David e non solo, perchè a Firenze di simboli della città ne abbiamo tanti, si può dire è il simbolo di Firenze, ma arrivare a scambiarseli trovo che non ha senso per le due città. Il comune a mio avviso farebbe bene, se proprio deve regalare qualcosa a Copenhagen, a regalare un bel fiorino d’oro, piuttosto che quella statua simbolo. I lettori potranno poi suggerire qualsiasi altra cosa. Come lo chiameranno poi il Piazzale Michelangelo, piazzale La Sirenetta? No, non ha senso!
    Spero che il Comune voglia confrontarsi con i cittadini per questo dono perchè sono convinta che molti risponderanno come me e le altre persone che si sono espresse.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *