Pompeo Girolamo Batoni – Autoritratto

Pompeo Girolamo Batoni Lucca 1708 – Roma 1787

Inizialmente orafo nella bottega del padre si avviò, in seguito, alla pittura in Roma studiando Raffaello e gli antichi.
Ritrasse Papi e personaggi illustri ma molte delle sue opere hanno anche per tema soggetti sacri e profani. Notevole, ad esempio, il Martirio di S.Bartolomeo nella pinacoteca di Lucca.
Divenne presto assai richiesto, da qui la sua fama, quale ritrattista dei numerosi nobili europei che giungevano in Italia per compiere il Grand Tour.

In questo campo, il ritratto, non ebbe rivali e le collezioni private, soprattutto dei nobili inglesi del suo tempo, si arricchirono delle sue opere.
I ritratti erano a grandezza naturale, i soggetti posavano in abito da viaggio e dinanzi alle più celebri sculture romane.
Fu davvero un pittore di straordinatia abilità e la provenienza toscana impresse sul Batoni il gusto di un disegno ricercato e perfetto e di una luminosità priva di forti effetti chiaroscurali.
Teti rileva Achille dal centauro Chirone
Conte Grigor’evic Razumovskij (1766)

 

 

Clara Virgili

 

 

Per chi abita in… piazza Pompeo Girolamo Batoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.