Nell’antichità c’era un modo particolare per cacciare il piccione selvatico: veniva usata come esca una fava secca legata a un filo fissato a terra. Una volta inghiottita la fava, il volatile non era più in grado di espellerla e rimaneva inevitabilmente bloccato dal filo. Quando poi si riusciva a catturare in seguito anche un secondo piccione con la medesima fava, allora la caccia poteva considerarsi soddisfacente.
Si tratta di un proverbio che intende esaltare tutti coloro che riescono a conseguire due risultati favorevoli in una sola volta ovvero raggiungere due scopi con una sola azione.
(da ADAGI CON BRIO di Franco Ciarleglio, Sarnus Editore)

Franco Ciarleglio
Prendere due piccioni con una fava.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.