(NdR) Per Cittadini di ex città fortificate fuoriporta significa abbandonare la città per una escursione nei dintorni della città stessa. Un significato adatto a questa categoria di articoli che parlano di qualcosa che esula da Firenze. Un’altra città o un’altro argomento, qualcosa che non ha niente a che vedere con Firenze ma che ha stimolato l’editore o gli autori nel narrarlo.

Il 2 ottobre è la festa dei nonni.

C’era una volta un vecchio di ottant’anni, c’era… c’è dato che ancora vive e spero lo faccia ancora per molto. Insomma, questo vecchio ha tutte le caratteristiche del vecchio, incede lentamente, a volte è incerto, ci sente poco e ci vede ancora meno. Ripete sempre le stesse cose, gli stessi racconti e ne è cosciente dato che gli viene detto. “oooohhh ancora sta’ storia!”, ma quelle lui conosce, le sue esperienze, i suoi racconti. Valgono poco per il prossimo, ma sono la sua vita; la racconta come aggrappandosi ad essa, ripetutamente. Mi fa rabbia questo vecchio perchè io lo conoscevo quando vecchio non era e conoscevo la sua dinamicità, la sua forza di volontà le sue capacità. Adesso è l’ombra di allora e mi provoca rabbia e il vecchio non la comprende questa rabbia, anzi, crede che sia una rabbia a lui rivolta ed è anche logico lo pensi. La rabbia è però delusione, rancore, è amore; andrebbe rivolta al tempo che non ti perdona e ti trasforma, ti rende fragile e ripetitivo, disattento e lento di pensiero. Amo quel vecchio e odio quella vecchiaia. Debolezza in realtà la mia, una debolezza che non canalizzata mi rende triste. Andrebbe elaborata per comprendere l’inutilità e il certo epilogo, ma non riesco, il sentimento è più forte del pensiero, il cuore batte il ragionamento. Dovrei solo abbracciarlo.

Jacopo Cioni
Jacopo
Quel povero vecchio.
Tag:                     

Un pensiero su “Quel povero vecchio.

  • 8 ottobre 2017 alle 0:42
    Permalink

    Si, dovrebbe solo abbracciarlo. La rabbia è inutile. Pensi a quando i suoi figli ormai adulti avranno la sua stessa rabbia. Se avrà seminato amore nei rapporti con il “vecchio”, raccoglierà amore da chi viene dopo di lei, l’esempio e l’amore di come si trattano le persone è basilare nei rapporti non solo familiari, ma con tutti coloro che entrano in contatto con noi.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *