Nella favola di Edipo “La gallina dalle uova d’oro” un contadino possedeva tra le altre galline nel pollaio una che era davvero speciale: covava un solo uovo al giorno… ma d’oro! Il contadino era raggiante di gioia e ogni giorno portava l’uovo d’oro al mercato e guadagnava molti soldi.
Più il tempo passava e più il contadino diventava avido e insaziabile, un solo uovo d’oro al giorno non gli bastava più! Infatti una mattina pensò di aprire il ventre della gallina sicuro di trovarci una moltitudine di uova d’oro e di arricchirsi ancora di più.
Prese un coltello e squartò la gallina ma rimase deluso: le viscere erano normali, non c’era alcuna traccia di beni preziosi e intanto la povera pollastra era morta e non avrebbe più fatto le uova d’oro!
La morale della favola è che non bisogna essere avidi e insaziabili ma piuttosto accontentarsi di quello che si possiede. Infatti il proverbio “chi troppo vuole nulla stringe” ci suggerisce il fatto che nella vita bisogna essere soddisfatti e appagati di quello che si ha perché se si pretende troppo si finisce inevitabilmente per restare a mani vuote.
(da “ADAGI CON BRIO” di Franco Ciarleglio, Sarnus Editore)

Franco Ciarleglio
Chi troppo vuole nulla stringe.
Tag:                     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.