Parole Massime

William Wordsworth: Segni dell’immortalità

[cml_media_alt id='695']william-wordsworth[/cml_media_alt]

Audio MP3. Mettetevi comodi. Isolatevi. Usate le cuffie.

C’era un tempo in cui prato, bosco e ruscello,
la terra e ogni essere  a me noto
sembravano
ornati da una luce celestiale,
la gloria e la freschezza di un sogno.
Non è più com’era prima;
mi giro ovunque posso,
di giorno o di notte,
le cose che ho visto ora non posso più vederle.

Ma c’è un albero, di molti, uno,
un singolo campo che osserva dall’alto,
entrambi parlano di qualcosa che è passato:
la viola del pensiero ai miei piedi
ripete lo stesso racconto:
dov’è scappato il barlume visionario?
dove sono ora, la gloria e il sogno? 

William Wordsworth: Segni dell’immortalità
Tag:         

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.