Il termine “gruccia” deriva dal latino “crux”, croce, e anticamente indicava un bastone ricurvo a forma appunto di croce di cui si servivano gli zoppi. Oggi corrisponde al moderno “stampella”.
L’espressione proverbiale “agli zoppi grucciate!” vuole sottolineare l’accanirsi di sfortuna e disgrazie su chi ne ha ormai in abbondanza. Infatti se per ipotesi volessimo infierire su uno zoppo, che ha già di per sé problemi nel modo di deambulare, colpendolo ripetutamente a colpi di gruccia, il poveretto camminerà ancora peggio di prima.
L’adagio viene normalmente usato quando si vuole fare mettere in risalto una contrarietà capitata a qualcuno che era già infelice di suo e non aveva certo bisogno di ulteriori disgrazie!
(da “Adagi allegri andanti” di Franco Ciarleglio, Sarnus Editore)

.

Franco Ciarleglio
Agli zoppi grucciate!

3 pensieri su “Agli zoppi grucciate!

Rispondi a Alberto Sorrentino Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.