Maometto II

Nella lingua araba è molto diffuso il saluto augurale della religione islamica “Assalam aleike”, che vuol dire all’incirca “la pace sia con te”, frase che in passato è divenuta abbastanza comune anche in Italia per via dei frequenti contatti commerciali che le nostre potenze marinare avevano con i paesi del Medio Oriente.
Questo saluto veniva effettuato dagli arabi in un modo molto ossequioso, seguendo un rigoroso e antico cerimoniale che però agli occhi della nostra cultura occidentale appariva troppo eccessivo e lezioso.
La frase è stata poi storpiata nella lingua italiana e ribattezzata in “fare i salamelecchi” che ha preso il significato di saluto eccessivamente sdolcinato, complimenti e adulazioni esagerate, gentilezze smisurate.
(da “Adagi ma non troppo” di Franco Ciarleglio, Sarnus Editore)

Franco Ciarleglio
Fare i salamelecchi.
Tag:                     

Un pensiero su “Fare i salamelecchi.

  • 10 Marzo 2019 alle 18:23
    Permalink

    Interessante,conoscere il significato di parole ed espressioni, derivanti da altre lingue.

    Rispondi

Rispondi a Grazia Barbieri Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.