A Bellosguardo, la collina da cui si gode uno dei più bei panorami di Firenze, si trova la Villa dell’Ombrellino, che deve il suo nome a quel gazebo a forma di ombrello cinese voluto dalla proprietaria dell’epoca, la contessa Teresa Spinelli Albizi, intorno alla metà dell’Ottocento.

Agli inizi del Novecento la villa dell’Ombrellino era di proprietà di Alice Frederica Edmonstone, una nobildonna scozzese molto bella, con lunghi capelli ramati e dei profondi occhi “neri fulminanti”, con un sorriso radioso che trasmetteva serenità.

Alice sposò George Keppel nel 1891, quando aveva 22 anni; Keppel era nobile, ma senza il becco di un quattrino, e voce di popolo bisbigliava che Alice, per stare al passo con la nobiltà londinese e mantenere un tenore di vita adeguato, avesse iniziato ad offrire le sue grazie ad uomini facoltosi in cambio di denaro, col beneplacito del marito.

Grazie al suo carattere solare ed allegro, e alla sua bellezza, la cosa le fu estremamente semplice. La figlia Violet Trefusis, in seguito, scrisse che la madre aveva la capacità “…di rendere felici gli altri, assomigliava a un albero di Natale carico di regali per tutti“.

Quando il principe Alberto Edoardo di Galles, figlio della regina Vittoria, conobbe Alice ne rimase fulminato e, seppur già sposato con Alessandra di Danimarca, iniziò con lei una relazione sentimentale e se ne innamorò profondamente.

Per Alberto Alice lasciò il marito.

La loro storia d’amore, seppur discreta, era ben nota a tutti, ed era un sentimento davvero profondo e coinvolgente, che proseguì anche dopo l’incoronazione di Alberto col nome di Edoardo VII, fino alla morte dello stesso.

Alice poté assistere al funerale del suo amato, ma il nuovo re Giorgio V e la vedova di Edoardo decisero di allontanarla dalla corte subito dopo.

Alice tornò dal marito ed iniziò con lui a viaggiare in Oriente, per poi stabilirsi a Firenze, dove acquistò la Villa dell’Ombrellino, vivendoci fino alla morte avvenuta nel 1936.

La cosa curiosa è che Alice era la bisnonna di Camilla Parker-Bowles… Al suo incontro con il principe Carlo, sembra che Camilla abbia esordito con un: “Ma lo sai che la mia bisnonna è stata l’amante del tuo trisnonno…?.”

Gabriella Bazzani
Villa dell’Ombrellino e l’amante del Re

Un pensiero su “Villa dell’Ombrellino e l’amante del Re

  • 22 Aprile 2020 alle 11:09
    Permalink

    La Villa dell’Ombrellino, bellissima.

    Rispondi

Rispondi a Grazia Barbieri Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.