Chi segue la Rivista Fiorentina FlorenceCity sa perfettamente che il nostro intento è realizzare una rivista ludica, divertimento misto a cultura farcito di ironia ed autoironia squisitamente fiorentine. La nostra squadra conta vari autori, tutti contenuti in una redazione virtuale come virtuale è la nostra pubblicazione giornaliera.

Ad essi non è mai stato posto un limite o una linea redazionale se non Firenze come base di lavoro. La Libertà che ci concediamo è massima perchè è la base del vero giornalismo; non che noi siamo tali, ma ad esso ci ispiriamo. Raccontiamo per far sapere.

Questo articolo, anzi questa rubrica, Parole Massime, è l’unica parte della rivista in cui si esprimono dei pensieri, partoriti da menti evolute, gestita dall’editore. Oggi il tema della rubrica è questo, la Libertà. Una di quelle parole che scrivo sempre maiuscole. Oggi percepisco una vibrazione sommessa, strisciante, giustificata da molti, che fa ondeggiare la parola Libertà. Per questa ragione la Rivista Fiorentina si autocensura per una settimana, non pubblicheremo l’articolo quotidiano e resteremo in silenzio. Sono convinto che questo silenzio non provocherà rumore, ma almeno segnerà un punto per me invalicabile.

Chi rinuncia alla Libertà per raggiungere la sicurezza, non merita né la Libertà né la sicurezza.

– Benjamin Franklin –

Libertà: Benjamin Franklin

5 pensieri su “Libertà: Benjamin Franklin

  • 26 Ottobre 2020 alle 18:49
    Permalink

    Penso che la sicurezza l’avremo potuta raggiungere in altra maniera, non solo con la limitazione della libertà. Però vedo che anche in altre Nazioni vengono adottate più o meno le stesse misure. Erano sufficienti le chiusure notturne . La chiusura alle 18 è la rovina per tutte le attività di ristoro e culturali, un disastro.
    .
    .

    Rispondi
  • 24 Ottobre 2020 alle 16:15
    Permalink

    A cosa alludete alle norme anticovid mi sembra di capire dalla mascherina su Franklin?Se cosi’sinceramente non credo sia questo il caso.Non dovremmo portare le mascherine o limitarci nelle attivita’?Non credo sia questo il caso.Se Franklin avesse dovuto commentare la pestilenza che decimo’ l ‘europa ,da scienziato quale era,non avrebbe certo liquidato la questione con parole del genere.Non credo proprio.E allora perche’ vogliamo mettergli in bocca frasi inappropriate alla situazione?Dobbiamo riflettere bene,qui siamo davanti ad un problema di salute a livello mondiale ,ogniuno di noi deve proteggere insieme se stesso e gli altri altrimenti dimostriamo di non avere una coscienza civile e quella compassione che ci dovrebbe contraddistinguere.

    Rispondi
    • 25 Ottobre 2020 alle 13:34
      Permalink

      Le consiglio vivamente di provare ad informarsi, per una volta, non dai canali classici, TV e giornali. Lo faccia una sola volta in vita sua, come prova, un’avventura per vedere se esiste altro oltre quello che le raccontano. Lo faccia anche solo per potermi dire un domani che sono un buffone.
      Dedico a lei la rubrica “Parole Massime” di venerdì prossimo.

      Rispondi
  • 24 Ottobre 2020 alle 13:06
    Permalink

    Buongiorno. Mi colpisce molto questa scelta. Confesso che non ho mai amato i vari post che sono stati pubblicati da quando è cominciata questa storia del Covid dove c’erano rappresentati dipinti famosi o statue con le mascherine (come anche il vostro post): non li trovavo spiritosi (il vostro non lo è, lo so) al contrario mi procuravano disagio perché avevo la sensazione che volessero chiudere la bocca anche a loro che dalla loro immortalità invece ci gridano vita. Almeno loro liberiamoli, facciamoli parlare, facciamoli esprimere. Rispetto la vostra decisione, non la comprendo fino in fondo, probabile non conosco magari tutti i retroscena (se ce ne sono), ma ecco continuate a pubblicare, a dire, a protestare: è una grande libertà.
    Cordiali saluti,
    Celeste

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduttore