La Rivista Fiorentina ha sempre usato le sue pagine in modo ludico, talvolta ha stuzzicato la curiosità al ragionamento attraverso la rubrica Parole Massime. Puntualizzato, raramente, qualche insoddisfazione alla conduzione della città, ma ha evitato puntualmente di dare un taglio politico alle sue parole. Lo ha evitato perchè la politica, questa politica, separa le persone invece di unirle, le avvelena, e su queste pagine non è questo il nostro scopo.

Oggi però qualcosa devo scrivere. Devo farlo perchè c’è un limite al degrado e all’incuria e se è doloroso vedere come un’opera d’arte unica nel mondo come Firenze è trattata, è impossibile restare indifferenti alla morte di una persona. Morta non perchè si è misurata in uno sport estremo, morta non per un tragico incidente che può sempre capitare, morta perchè non era libera di girare per le strade della nostra città.

Niccolò Bizzarri è un giovane che il 15 scorso ha messo una ruota in fallo e questo è stato sufficiente ad ucciderlo. Una ruota dentro una delle centinaia di buche che martirizzano le strade fiorentine. Può un ragazzo di 21 anni morire per una buca? Può il pareggio di bilancio dare una spiegazione?

Non voglio aggiungere altro, non voglio puntare il dito, voglio solo affermare con forza che il mercato non è tutto, i soldi non sono tutto e se la nostra società mette il denaro e il pareggio dei conti davanti alla necessità di un restauro di un’opera d’arte, alla necessità di una vita serena per una famiglia, alla necessità della sicurezza nelle nostre strade, alla necessità di preservare la vita dei nostri figli, allora questa società sta fallendo nel suo compito ed è necessario rivalutare quali sono le priorità. La responsabilità è politica, non nascondiamolo.

Con grande tristezza nel cuore chiedo a Firenze di vergognarsi e di pensare cosa era e cosa potrebbe ancora essere se solo ci fosse la volontà politica e non la sudditanza finanziaria.

Scusami Niccolò.

Jacopo Cioni
Jacopo Cioni

 

Niccolò Bizzarri
Tag:                             

Un pensiero su “Niccolò Bizzarri

  • 27 Gennaio 2020 alle 11:05
    Permalink

    Scusaci Niccolo’ . Grazie Jacopo

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduttore