[cml_media_alt id='553']stadio[/cml_media_alt]
Stadio comunale di Firenze: UFO

Tutti, o quasi tutti, conoscono il famoso avvistamento UFO del 24 ottobre del 1954 sui cieli di Firenze, all’epoca ne parlarono tutti i giornali.

La storia è in fondo breve, durante quella giornata moltissimi fiorentini avvistarono degli oggetti non identificati sul cielo di Firenze, sia sopra il Duomo e sia sopra lo stadio comunale durante lo svolgimento di un’amichevole Fiorentina – Pistoiese.

Le testimonianze di molti raccontano di oggetti di colore bianco e con forme varie. Alcuni parlarono di una forma ad ali di gabbiano, altri dissero di aver visto oggetti a forma di cappello da mandarino cinese.

Un primo avvistamento è avvenuto alle ore 14:20 circa sopra il Duomo, mantenendosi in posizione e quindi visibile per 15 minuti. Poi l’avvistamento, oltre che su più aree fiorentine si concentrò sopra lo stadio. La direzione di questi “UFO” sarebbe stata da nord-ovest verso sud-est, in pratica su un’asse che congiungeva le Cascine e Rovezzano.

Sopra lo stadio furono contati un paio di “apparecchi” ma su tutta la città arrivarono a venti. I giocatori si fermarono poco dopo l’inizio del secondo tempo perchè tutti gli spettatori guardavano il cielo invece del campo di gioco. Il fenomeno durò 10 minuti e poi la partita fu interrotta.

Le redazioni dei giornali subirono una tempesta di telefonate, una in particolare restò famosa forse perchè arrivata per prima: fu la telefonata di uno studente di ingegneria tal Alfredo Jacopozzi, che dava notizia di vedere dei dischi volanti nel cielo di Firenze. Il giornalista Mauro Paoletti che ricevette la telefonata salì sul tetto del palazzo e si sorprese a vedere gli stessi oggetti descritti.

[cml_media_alt id='554']bambagia-aliena[/cml_media_alt]
Bambagia aliena

Questo non fu tutto però, insieme a questi oggetti cominciò una “nevicata” di materiale filoso dal cielo. Fu descritta come una sorte di bambagia che si depositò a terra in molte parti di Firenze.

Più persone raccolsero questa “lanuccia” e fu esaminata.

La “bambagia” fu raccolta in una provetta di vetro sterile e all’osservazione sembrava come un filo di una ragnatela però luccicava ed era appiccicosa tanto che aderiva al tubetto di vetro.
L’analisi fu realizzata dal professor Canneri Giovanni all’epoca direttore dell’Istituto di Chimica Analitica dell’Università di Firenze assieme al prof. Danilo Cozzi. Il risultato al microscopio e allo spettrografo di massa fu l’identificazione di una sostanza fibrosa piuttosto resistente alla trazione e torsione contenente prevalentemente Boro, Silicio, Calcio e Magnesio.

Molti non sanno che il 28 ottobre tutto il fenomeno si ripete, sia il passaggio di strani oggetti volanti sia la “nevicata” di filamenti, sia su Firenze che su Prato ed anche a Siena, persino sulla sommità del passo della Consuma.

Il 29 Ottobre si ripete ancora il fenomeno, dischi volanti e bambagia su Firenze.

Immaginate le ipotesi formulate. Si pensò a della lana di vetro che era stata alzata dal vento in cielo e ricaduta poi nell’area fiorentina, alle conseguenze della combustione di motori alieni, addirittura si ventilò l’ipotesi di una esplosione atomica segreta avvenuta in una cava di silicio.

Ancora oggi il mistero rimane, ma… oggi come oggi di questi fenomeni ne abbiamo avuti altri. Il CICAP (all’epoca non c’era) ci ha spiegato che si tratta di una sorta di ragnatela prodotta da ragni volanti migratori e la gente ci ha anche creduto!

Voglio forse affermare che nel lontano 1954 si stavano studiando sistemi di irrorazione dei cieli? NOOO me ne guarderei bene, anche se in quelle date era in programma una esercitazione aerea sui cieli toscani e nel porto di Livorno era attraccata la portaerei americana USS Lake Champlain, con uno sciame di aeroplani militari AFV-84 Thundersteak, che proprio dal 21 al 27 ottobre del 1954 erano impegnati sui cieli toscani.

[cml_media_alt id='555']scie[/cml_media_alt]
18 dicembre 2013 cielo di Firenze

Oggi ormai non ci meravigliamo più delle scie che solcano i nostri cieli, della bambagia che si ritrova depositata a terra in tante occasioni, dei valori assolutamente fuori norma di silicio, bario e alluminio… A parte le spiegazioni del CICAP tutto questo è ormai nella norma e non si interromperebbe certo una partita per quisquilie del genere, in fondo l’aumento di patologie neurologiche, allergiche e tumorali sono solo PIL.

.

UFO in Florence, 1954. What if …

All, or almost all, know the famous UFO sighting of 24 October 1954 on the skies of Florence, at the time talked about it all the papers.

The story in brief background during the day many Florentines sighted the unidentified objects on the sky of Florence, both above the Dome and is above the municipal stadium during the course of a friendly match Fiorentina – Pistoiese.

The testimonies of many tell of white objects and various forms. Some spoke of a form gullwing, others claimed to see objects in the shape of a Chinese mandarin’s hat.

A first sighting occurred at 14:20 hours on the Duomo, keeping it in place and visible for 15 minutes. Then the sighting, as well as on more Florentine areas concentrated above the stadium. The direction of these “UFO” was from the northwest to the southeast, in practice on a plank that connected the Cascine and Rovezzano.

Above the stadium they were counted a couple of “equipment” but on the whole city came to twenty. The players stopped shortly after the start of the second half because all the spectators watched the sky instead of the playing field. The phenomenon lasted for 10 minutes and then the game was interrupted.

The newspaper offices suffered a storm of phone calls, one in particular remained famous because perhaps came first: it was a call from an engineering student that Alfredo Jacopozzi, who gave the news to see the flying saucer in the sky of Florence. The journalist Mauro Paoletti who received the call went up on the roof of the building and was surprised to see the same objects described.

This was not all, because with these objects began a “snowfall” of philosophical material from the sky. It was described as a sort of cotton that was deposited on the ground in many parts of Florence.

More people gathered this “lanuccia” and was examined.

The “cotton wool” was collected in a sterile glass test tube and observation seemed like a thread of a spider web, however, he sparkled and was so sticky that adhered to the glass tube.
The analysis was carried out by Professor John Canneri then director of the Institute of Analytical Chemistry of the University of Florence together with prof. Danilo Cozzi. The result in the microscope and the mass spectrograph was the identification of a fibrous substance rather resistant to traction and torsion mainly containing boron, silicon, calcium and magnesium.

Many do not know that 28 October the whole phenomenon is repeated, whether the passage of strange flying objects is the “snowfall” of filaments, both of Florence and Prato and also to Siena, even on top of the Consuma pass.

October 29 is repeated the phenomenon flying saucers and cotton wool of Florence.

Imagine the assumptions. He was thought at the glass wool that had been raised by the wind into the sky and then relapse in the Florence area, the consequences of combustion engines of aliens, even you ventilated the hypothesis of a secret atomic explosion occurred in a silicon quarry.

To this day the mystery remains, but … nowadays these phenomena we have had others. CICAP (then there was) explained that it is a kind of spider web produced by migratory flying spiders and people have even believed it!

It will perhaps say that in 1954 you were studying spraying systems of heaven? NOOO I’d look good, although in those dates was planning an air exercise over the Tuscan skies and the port of Livorno was docked the American aircraft carrier USS Lake Champlain, with a swarm of military aircraft VF-84 Sidewinders, who own 21 to October 27, 1954 were engaged in the Tuscan skies.

Today now it is no wonder most of the trails that run through our skies, the cotton wool that is found deposited on the ground in many occasions, values completely out of the norm of silicon, barium and aluminum … Apart from the explanations of CICAP all this is now okay and it does not interrupt a game for some trifles like that, after the increase of neurological, allergic diseases and cancer are just GDP.

Jacopo Cioni

 

UFO a Firenze, 1954. E se invece…
Tag:                             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.