Parole Massime

Liberare: Niccolò Machiavelli

Il nostro concittadino ne ha dette tante di frasi celebri, ma una su tutte rende bene l’idea.

Provare a liberare un popolo che vuole rimanere servile è difficile e pericoloso quanto provare a schiavizzare un popolo che vuole rimanere libero.

In pratica, al popolo, è difficile far comprendere che crede in delle menzogne.

Niccolò Machiavelli nasce a Firenze il 3 maggio 1469 e muore sempre a Firenze il 21 giugno 1527. E’ considerato uno storico, un filosofo, scrittore, drammaturgo, ma soprattutto un politico dati molti suoi scritti. Ha ricoperto la carica di secondo cancelliere della Repubblica Fiorentina dal 1498 al 1512.

Il suo libro più famoso, Il principe, insegna l’arte della politica. Un trattato di dottrina politica scritto da Niccolò Machiavelli nel 1513, nel quale espone le caratteristiche dei principati e dei metodi per mantenerli e conquistarli. Politica applicata a tempi diversi, rispetto ad organizzazioni sociali diverse, ma che nel fondamento mantengono lo spirito che di solito i politici hanno. Si tratta senza dubbio della sua opera più nota e celebrata, quella dalle cui massime sono nati il sostantivo “machiavellismo” e l’aggettivo “machiavellico“.

Esiste qualcosa di più machiavellico che far passare menzogne per verità e indurre lo stesso popolo a difendere queste menzogne, anche con veemenza e violenza, a fronte della realtà?

Capendo questo, una buona volta, potrebbe il popolo imporre una politica per il popolo inteso come tutti?

Liberare: Niccolò Machiavelli.
Tag:                         

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduttore