[cml_media_alt id='523']nuvole-a-culaia[/cml_media_alt]

Questo detto fiorentino non è proprio elegante. In pratica significa che le nuvole gonfie e nere stanno per promettere una cascata di pioggia.

Da cosa nasce il detto? Dalla pratica di far frollare la cacciagione. Quando veniva appeso un uccello  per il collo a frollare il cedimento degli intestini a seguito della putrefazione ingrossavano il buzzo, cioè il culo e si diceva che faceva culaia. Forse un sistema per capire quando l’animale era ben frollato e pronto per essere cucinato.

In pratica le nuvole rigonfie nell’immaginario delle persone assomigliavano a quel culo del volatile rigonfio.

Capito perchè ho scritto poco elegante?

Quindi a Firenze si dice “Gniamo a casa vai… questo tempo e fa culaia” per dire “rientriamo che fra poco piove”.

…oppure portatevi l’ombrello!

Jacopo Cioni

Questo tempo fa culaia…
Tag:                             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduttore