Secondo la leggenda il caffè nacque in Etiopia, nella regione di KAFFA da cui prese il nome. Alcuni monaci pastori notarono che, quando le capre mangiavano bacche e foglie di una certa pianta, la notte non dormivano ma acquistavano incredibile energia e vivacità. Macinarono i semi della pianta, ne fecero un infuso e ottennero il caffè. Questo si diffuse poi in Arabia e in tutto il Medio Oriente, fino in Turchia. Il caffè arrivò in Europa solo nel 1500 e Venezia, grazie ai suoi rapporti commerciali, fu la prima a farne uso di bevanda. Le prime botteghe del caffè o caffetterie prolificano in Europa e in America intorno al 1650. A Firenze il primo locale, documentato nel 1733, fu il “Caffè Gilli” che ebbe la sede originaria in via Calzaiuoli, spostandosi poi in via degli Speziali e infine nell’attuale piazza della Repubblica.
(da “Adagi ma non troppo” di Franco Ciarleglio, Sarnus Editore)

Franco Ciarleglio
La leggenda del caffè
Tag:                     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduttore