Lo stucco è notoriamente quel materiale pastoso composto di polvere di marmo, gesso o calce spenta che, quando è ancora morbido, viene spalmato sulle superfici e poi levigato e lavorato. Ma la tipica caratteristica dello stucco è quella di avere una rapida essiccazione, per cui lo si deve lavorare con una certa rapidità, prima che diventi duro e compatto.
E’ la stessa espressione che si imprime sul volto di una persona quando riceve una notizia sconcertante o vive una situazione scioccante, tanto da “lasciare di stucco”!
Il significato della frase e dunque quello di basire, rimanere impassibile, senza parole, impietrito, sbalordito.
Altre frasi simili: restare di sasso, rimanere senza parole, restare senza fiato.
(da “Adagi con brio” di Franco Ciarleglio, Sarnus Editore)

Franco Ciarleglio
Lasciare di stucco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduttore