Franco Ciarleglio ha dato alla luce un nuovo romanzo, dopo “Il lato buio del giardino” oggi esce con un romanzo ad alta suspense dove il finale si sdoppia in una scelta personale del lettore.
L’ultima chiave del mazzo” è il titolo, edito da Mauro Pagliai Edirore, e racconta di un sessantenne, Raffaele Frescura, che conduce una vita tranquilla, una vita immersa nella famiglia e negli amici. Qualcosa cambia quando delle strane telefonate, provenienti da un numero sconosciuto, turbano la sua tranquillità.
Le telefonate sono disturbate, parole comprese ed altre perse, ma quelle comprese gli fanno compiere dei salti di memoria nel passato. Un salto nel tempo che si dimostrerà non piacevole, ricordi che evocano situazioni difficili e scheletri nell’armadio che erano stati dimenticati. Situazioni che Raffaele aveva sepolto per sempre tornano attuali nelle sua vita. Questo numero misterioso è solo uno scherzo? Chi c’è dall’altro capo del telefono? Possibile che quella voce provenga dal passato? Fantascienza o scherzo? Raffaele si muove fra angoscia e desiderio di capire cosi come anche il lettore.
Noi della Rivista Fiorentina siamo felici che Franco esca con un nuovo romanzo, se per noi è un prezioso collaboratore nel raccontare Firenze grazie alla sua conoscenza e a tutti i libri che ha scritto in merito alla nostra bella città, per il resto d’Italia è un affermato romanziere e siamo sicuri che questa nuova opera saprà superare le precedenti. FlorenceCity invita i suoi lettori ad abbandonare per un secondo le letture di libri come “Il canto dei Bischeri” o “Da piazza della Passera al vicolo dello Scandalo” per immergersi nel fascino del romanzo acquistandolo a questo link:
Recensione: L’ultima chiave del mazzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.